novità

 drupal/sorella%20del%20nostro%20cammino.wav

La congregazione “Sorelle dei Poveri di S. Caterina da Siena” che gestisce la scuola dell’infanzia e la scuola primaria “Santa Caterina”, è stata fondata dalla Beata Savina Petrilli in Siena, l’8 settembre 1874.

Le Sorelle dei Poveri sono venute ad Aversa per assistere i soldati nell’ospedale Mussolini. Chiuso l’ospedale è stata chiesta la loro opera in favore dei bambini della zona di Savignano, allora borgo periferico della città di Aversa. In realtà i bambini del luogo vivevano gravi situazioni di degrado e di analfabetismo.
Dopo il primo avvio, le famiglie chiesero che alla scuola materna si aggiungesse la scuola elementare. Nel 1947 fu chiesto e ottenuto il funzionamento e poi la parifica delle cinque classi elementari dal Provveditore agli Studi di Caserta.
In seguito all’aumento degli alunni e alle esigenze didattiche – educative fu deciso di sfruttare un terreno posto sul Viale Kennedy n°113. Da qui il trasferimento all’attuale sede l’anno 1975. Questa dapprima era situata in periferia, oggi è circondata da edifici per via dell’estensione territoriale della città.
 
La scuola offre dieci aule molto ampie e luminose, cinque per la scuola dell'infanzia e cinque per la scuola primaria; spazi coperti attrezzati con luce dall’alto, refettorio, laboratori ed abbondanti spazi esterni ricchi di alberi e prati, che vengono gradualmente attrezzati per attività ludiche, sportive e come ambiente per lo studio e la conoscenza di piante fiori, frutti e ortaggi.
L’edificio è stato ristrutturato per rispondere sempre meglio alle nuove esigenze della sicurezza e della didattica.
 Gli utenti della scuola, oggi provengono da piazza Savignano in minima parte; data l’ubicazione sulla via Kennedy sono presenti bambini residenti in varie parti della città e anche dei comuni limitrofi, per il facile raggiungimento da parte dei genitori al posto di lavoro.
Parallela all’attività didattica la scuola offre alle famiglie un servizio aggiuntivo accogliendo gli alunni prima delle ore otto e dopo le ore tredici e, nei giorni di prolungamento scolastico, anche dopo le ore 16,00. Gli spazi esterni ed interni offrono ai bambini piacevole attesa o prolungamento con attività ludiche libere e/o guidate.
 

 

Drupal Theme by InterFace